Mostra Personale di Ivone Ortolan

Sabato 4 Luglio 2015 PITTURA Ore 17.00 – ingresso libero

Ivone Ortolan studia le architetture della natura. Il mondo fluviale e lagunare lo affascina da sempre soprattutto per una nascita in una città che dalle lotte con l’acqua ha fatto la sua forza nel turismo. L’artista crea paesaggi di sentimento e dell’anima. Nella vegetazione, nelle barene, nelle acque non vi è una mera riproduzione post impressionista, ma s’inserisce in una ricerca metafisica di pittori quali Carrà, Rosai e Morandi. Luoghi quali Lio piccolo e maggior, Burano e la laguna assume uno sguardo contemporaneo per una realtà resa instabile dalla mano secolare dell’uomo.

Le opere rimarranno esposte fino a domenica 26 luglio.

A cura di Alain Chivilò

Biografia
Ivone Ortolan nasce a Jesolo nel 1953, dove tuttora risiede. Formatosi allo I.U.A.V. l’interesse per l’arte figurativa è sempre presente con attività nell’ambito grafico-pittorico compiute in vari momenti della propria vita. Dopo un periodo in cui l’attenzione è rivolta alla progettazione architettonica, matura alcune ulteriori esperienze in campi diversi frequentando corsi di design presso l’Università Internazionale dell’Arte di Venezia e successivamente al Politecnico di Milano (1990-91) corsi sull’architettura dei giardini e del paesaggio. Alla fine degli anni novanta realizza il progetto per il “Parco Fluviale” del Comune di Jesolo. Dall’anno 2003 insegna Disegno e Storia dell’Arte nel liceo statale “G. Galilei” di San Donà di Piave. Dal 2010, per una logica di perfezionamento ulteriore, frequenta l’Accademia Marusso: corso avanzato di pittura con la guida del prof. Giovanni Cesca e il corso di Anatomia e Figura con la prof. Rosita Bernardo. I temi pittorici sviluppati nella realizzazione delle proprie opere sono prevalentemente legati al paesaggio, in particolare quello lagunare, senza trascurare il soggetto della natura morta.