Mostra Personale di Paola Martina

Sabato 6 Giugno 2015 PITTURA Ore 17.00 – ingresso libero

Paola Martina con la sua arte indica che la figurazione è ancora viva. Il suo occhio di pittrice è simile al fotografo che riesce a imprimere nella pellicola l’inquadratura migliore. Giochi geometrici naturali si personalizzano durante le pennellate su tela. Atmosfere rarefatte richiamano una pittura Toscana dei secoli 1300 e ‘400. I colori della tradizione veneta sono poco presenti per situazioni oniriche e quasi impalpabili.
Abile nell’incisione e in tecniche affini, ha appreso da Magnolato la vera essenza di un’arte che deve essere vissuta in prima persona per avere i propri effetti. Un misto tra riflessione e passione per una conduzione sempre presente.

Le opere rimarranno esposte fino a domenica 28 giugno.

A cura di Alain Chivilò

Biografia
Paola Martina (Trieste 23/06/1954) allieva del Maestro Nevino Stradiotto (1911 – 1992) inizia a dipingere con la tecnica ad olio dagli anni ’70.
Dopo diverse mostre personali e collettive s’iscrive nel 1982 all’Accademia Marusso di San Donà di Piave. Qui acquisisce ed elabora la tecnica dell’incisione grazie agli insegnamenti del Maestro Cesco Magnolato: acquaforte, acquatinta, puntasecca e stampa a poupè. Nella costante volontà di portare avanti un affinamento artistico, continua a frequentare pittura avanzata con il pittore Giovanni Cesca, anatomia e nudo con la prof. Rosita Bernardo e incisione con il Maestro Minen.
Artista facente parte del Gruppo Cilium dei pittori di Ceggia, un suo disegno è stato scelto dall’Accademia Marusso come logo per l’anno 2014/15.
Attualmente vive e lavora a Santo Stino di Livenza.