MOSTRA PERSONALE DI MARIO VIDOR

Sabato 2 Aprile 2016 FOTOGRAFIA Ore 17.00 – ingresso libero

Dopo dieci anni dalla sua precedente esposizione, nel giugno del 2006, Mario Vidor ritorna al Bistrot de Venise.
Nella sua lunga ed intensa carriera il grande fotografo di Farra di Soligo ha pubblicato decine di libri e allestito oltre trecento mostre personali sia in Europa che in altri continenti.
Tanto per citarne alcune: al Frame O’Rama di New York, ad Arles e alla Mostra Internazionale della Fotografia di Parigi; in Russia all’Art Museum di Samara, presso la Galleria Arka di San Pietroburgo, ad Omsk e allo State Art Museum di Novosibirsk; al Photokina di Colonia e al Museo Wagner di Bayreuth; al Centro Internazionale d’Arte Contemporanea di Pechino; alla Sala Barna di Barcellona; nei musei ucraini di Vinnitsya, Tulchyn, Ladyzhyn, alla C. Scott Gallery di Vancouver in Canada; nei musei croati di Albona, Fiume, Pinguente, Rovigno, Zagabria e innumerevoli altre sedi.
In Italia ha esposto al Sicof Cultura e alla galleria “Il Diaframma” di Milano, a Ferrara, Roma, Palermo, Firenze, ecc.
Qui a Venezia allo Spazio Olivetti, presso l’Associazione Culturale Italo-Tedesca, alla Fondazione Querini Stampalia, alla Biennale e, recentemente, al Centro Candiani di Mestre.
Le sue opere sono conservate in collezioni private, musei e importanti gallerie di tutto il mondo.
Tra i prestigiosi riconoscimenti che gli sono stati conferiti: le onorificenze B.F.I. e A.F.I, il Premio Bancarella a Pontremoli nell’92, il premio Miglior fotografia veneta a Padova nel ‘96 e il premio Goldoni a Macerata. A Orvieto nel 2002, con il libro “Pagine Bianche”, si è classificato primo nella categoria “fotografia creativa

Questo evento ha ottenuto il riconoscimento FIAF.
Rassegna a cura di Andrea Zaccarelli
Le opere rimarranno esposte fino al 16 aprile 2016