Mostra Personale di Luigi Rizzetto

Venerdì 8 Maggio 2015 PITTURA Ore 17.00 – ingresso libero

Luigi Rizzetto irradia la sua Arte di aree tipiche del Surrealismo diventando elementi per esplorare la figurazione d’oggi.
L’artista indaga la profondità dell’animo umano, analizzando quell’elemento che scandaglia e fa uscire l’inconscio, ossia il sogno. Uno stato all’interno del quale irrealmente o illogicamente si creano, lungi dalla realtà, immagini e percezioni. Non solo Surrealismo, ma anche arie metafisiche s’intrecciano in paesaggi onirici suddivisi tra soavità e realtà. Dunque avanguardie contemporanee che si uniscono a una tradizione veneta che dal Quattrocento è intrisa da colore e luce.
Nature silenti, fiori, donne che cercano una libertà di pensiero e fisica, figure dalla connotazione possibile e impossibile costituiscono una ricerca attraverso la quale Rizzetto si pone in un’Arte mai ferma perché ricca di costanti spunti evolutivi.

Le opere rimarranno esposte fino a domenica 31 maggio.

A cura di Alain Chivilò

 

Biografia
Luigi Rizzetto nasce e risiede a Lido di Jesolo (Ve). Nella sua ricerca di pittore, articola lavori improntati a un forte rapporto con la tradizione classica, indagando la figura, nella serie delle Prigioniere, oppure la luce e le sue atmosfere, in composizioni che riflettono sul trascorrere del tempo, spesso in rapporto con un orizzonte lagunare o marino.
Vince il I° premio per la grafica e il disegno nelle edizioni del 2001, 2003, 2005 del «Concorso internazionale di pittura 18.24» a Jesolo.
Partecipa, dal 1995, a mostre collettive a Venezia, Udine, Jesolo (Ve), San Dona’ di Piave (Ve) e Velden (Austria) ed espone in personali a Vienna nel 1998, San Dona’ di Piave (Ve) 2008, Cividale del Friuli 2010, Mestre-Venezia 2015.