MOSTRA PERSONALE di LUIGI BALLARIN ‘’BALDISA’’

Giovedì 1 Marzo 2018 - PITTURA ore 17.30 – ingresso libero

Da ragazzino, il padre, che si reca spesso per lavoro in Arabia Saudita, gli regala una clessidra riempita di sabbia del deserto. Tanto è il fascino di questo oggetto esotico che, quel pugno di terra araba, andrà a segnare la sua futura vita artistica, tutta dedicata alla scoperta dei colori, dei costumi, dei riti, dell’iconografia del mondo islamico mediorientale. Luigi “Baldisa” Ballarin è nato al Cavallino, penisola tra mare e laguna. Autodidatta, con un punto di riferimento nel conterraneo Saverio Barbaro, ha modo di frequentare in un giovanile soggiorno londinese la comunità libanese. I suoi successivi viaggi lo portano spesso nei paesi arabi e, nel 2013, dopo essere stato invitato a esporre a Istanbul, decide di aprire uno studio nella città sul Bosforo.  I suoi dipinti ora figurativi ora volti all’ astrazione raccolgono e mettono in scena le suggestioni visive e la spiritualità di una terra nella quale il momento della preghiera ha un ruolo centrale. “Baldisa” vive e opera tra Il Cavallino, Roma e Istanbul.

Presentazione a cura di Emanuele Horodniceanu    

Opere esposte fino a Mercoledì 14 Marzo 2018